Associazione Guide Alpine e Accompagnatori Pinzolo - Val Rendena

mountain friends

I tuoi amici della montagna: le Guide alpine e gli Accompagnatori

nel cuore delle Dolomiti di Brenta in Trentino.

Escursioni In Ghiacciaio

ADAMELLO PRESANELLA: Cima Adamello

Val Rendena Val Genova Mandrone Lobbia

Da €

Durata: 2 giorni

Per: Max 6 persone per Guida

Difficoltà Avanzato
 

Le Guide alpine Pinzolo Val Rendena - Mountain Friends - vi accompagneranno alla conquista della vetta della Cima Adamello, la montagna piu’ rappresentativa di tutto il gruppo dell'Adamello. Cima isolata posta nell’angolo a sud ovest della vedretta del Mandrone al Pian di Neve.

A picco il suo versante Nord sovrasta i laghi artificiali di Venerocolo – Pantano e Benedetto, mentre il suo versante sud immerso nella vedretta del Mandrone-Pian di Neve, si presenta come un pendio ghiacciato solcato da una fascia di rocce alta poco piu’ di 100 m.

La vetta dell'Adamello fu vinta per la prima volta da un giovane alpinista boemo, Julius von Payer, assieme a una Guida alpina della Val Rendena, Girolamo Botteri, il 16 settembre 1864, tre settimane dopo la conquista della vicina Cima Presanella da parte di un'altra spedizione alpinistica. La squadra che supportò i due primi salitori era composta, oltre a loro, dall'altra Guida alpina Giovanni Caturani e da un portatore locale, Antonio Bertoldi. Partita l'8 settembre, la spedizione commise due errori, dovuti alla mancanza di orientamento, scambiando due vette secondarie (il Dosson di Genova, 3419 m, e il Corno Bianco, 3434 m) per la cima principale, conquistandole entrambe prima di affrontare la vera cima.

La prima ripetizione, sempre estiva, venne portata a termine, seguendo un percorso simile, da una squadra in gran parte di nazionalità britannica, composta dal londinese Douglas William Freshfield, dal celebre Francis Fox Tuckett, dagli alpinisti Fox e Backhouse, dalle guide svizzere Devouassoud e Michel, e per finire dal portatore Gutmann. Pur rischiando anch'essi di commettere errori nella scelta della via, arrivarono in vetta, il 3 luglio 1865, dichiarando di aver impiegato un tempo minore rispetto alla prima compiuta da Payer l'anno precedente.

 

1° GIORNO

Ritrovo a Pinzolo ed entrata in Val Genova per iniziare la salita al rifugio Città di Trento al Mandrone. Percorrendo un comodo sentiero ci porteremo ai piedi del ghiacciaio, legati in cordata raggiungeremo il rifugio Ai Caduti dell’Adamello alla Lobbia, dove pernotteremo. Qui avremo modo di visionare un filmato sulla Prima Guerra Mondiale che in questi luoghi è stata combattuta.

alternativamente

dalla Val Genova – piana di Bedole -  proseguiremo in direzione di Malga Mattarot bassa e, tramite un sentiero alpinistico attrezzato modi ferrata, raggiungeremo il Rifugio Ai Caduti dell’Adamello, senza dover passare su ghiacciaio. (Questa soluzione è fisicamente più impegnativa della classica che passa dal Rifugio Città di Trento).

2° GIORNO

Dal Rifugio Ai Caduti dell’Adamello, scenderemo in direzione sud/ovest lungo la Vedretta del Mandrone. Percorrendo tutta il ghiacciaio passando sotto la cima del Corno Bianco si raggiungerà il Pian di Neve. Passando tra il Corno Bianco e i Corni di Salarno e Miller ci ritoveremo si alla cresta Est-Nord-Est, e da qua, risalendo facili rocce conquisteremo la Cima Adamello.

Dati generali

Quota di partenza Pinzolo: 850 m s.l.m.

Quota Adamello: m s.l.m. 3539

Dislivello complessivo: 2200 m (in due giorni)

Difficoltà: F (scala CAI)

Esposizione: nessuna prevalente

Località partenza: Val Genova (Carisolo, Tn)

Punti d’appoggio: Rifugio Città di Trento m s.l.m. 2449 – Rifugio Cauti dell’Adamello alla Lobbia m s.l.m 3020

Copertura della rete cellulare – Tim – Vodafone – Wind : dal 60 al 20

Abbigliamento

  • Berretto
  • Calzamaglia leggera
  • Guanti
  • Giaccavento
  • Occhiali da sole
  • Sacco lenzuolo
  • Scarpone ramponabile o semiramponabile

Attrezzatura tecnica

  • Frontalino
  • Imbragatura bassa
  • 1 Moschettone a ghiera
  • Borraccia
  • Ramponi
  • Zaino

Biancheria di ricambio

  • Calze, maglietta pelle manica lunga

Termini e condizioni

L’importo non include:  la 1/2 pensione in rifugio, pasti e gli extra in genere, i trasferimenti da per la Val Genova.

Ramponi, imbrago basso vengono messi a disposizione dalla Scuola.

Hai partecipato a questa attività? Lascia qui un tuo messaggio

richiesta info

Nome e cognome *

E-mail *

Telefono *

Messaggio *

Informativa Privacy